Servizi – Prodotti – Soluzioni – Partnership

     1. Consulenza immobiliare

Il consulente per sua natura consiglia, quindi ti invita a ponderare molti aspetti che la pura professione di agente immobiliare non prevede. Nella realtà si tratta di:

  • un’analisi profonda dell’immobile nella sezione tecnica, quindi documenti, stato del catasto e dell’urbanistica, aspetti legati alle forme di eredità o di  compravendita…
  • un’attenzione per ciò che cerchi, quindi la volontà di scavare su quali sono le motivazioni che ti spingono ad acquistare e a vendere casa. Partendo dalla conoscenza reale di questi aspetti ogni istante della trattativa diventa più chiaro, perché chiaro è lo scopo che la muove;
  • un’attenzione e una profonda analisi di quali sono i tuoi reali bisogni e di cosa stai cercando per te o per la tua famiglia. Solo una forte comunicazione permette al consulente di indirizzarti verso scelte che siano positive e lungimiranti per il tuo futuro.

     2.  Anomalie bancarie e finanziarie

La necessità di ottenere sempre e comunque elevati profitti spesso porta gli Istituti di Credito e Società Finanziarie a contravvenire ripetutamente a leggi e specifiche esistenti in materia (applicazioni di interessi ultralegali). Tra le anomalie bancarie e finanziarie spiccano l’anatocismo e l’usura, ma non sono le uniche.

Conti Correnti

Nella società attuale il conto corrente rappresenta uno strumento di servizio utilizzato sia dai privati che dalle aziende.

Nel conto corrente, tra le voci fisse e variabili, si possono nascondere:

  • l’applicazione di tassi usurari
  • l’applicazione di interessi anatocistici
  • l’applicazione di costi occulti
  • la violazione di norme giuridiche
  • il mancato rispetto delle condizioni pattuite

La perizia sui conti correnti ha come finalità l’accertamento di eventuali anomalie bancarie e della condotta tenuta dall’Istituto di credito nel corso del rapporto di conto corrente in violazione degli art. 1283 c.c. – art. 1284 c.c., artt. 117 T.U.B. e seguenti, della Legge 108/96, art. 644 c.p.

L’indagine peritale è altresì volta ad accertare la natura e le caratteristiche del contratto di conto corrente, l’eventuale usura originaria e/o sopravvenuta, nonché la presenza di anatocismo.

 

Mutui e Leasing

Il contratto di mutuo, già dalla sua origine semantica, esprime un accordo in reciprocità dove le due parti si impegnano in uno scambio di denaro o beni fungibili.

Il termine leasing (dall’inglese to lease che significa affittare) indica un accordo di locazione finanziaria, secondo uno schema negoziale nuovo, che ha origine dalla tradizione anglosassone della common law.

Analizzare correttamente e in maniera preventiva i contratti di mutuo e di leasing, può evidenziare condizioni contrattuali scorrette o vessatorie, come ad esempio tassi usurari che si celano dietro interessi di mora molto elevati che, se sommati al tasso ordinario, possono superare i limiti massimi consentiti dalla legge.

Per i contratti di leasing la verifica riguarda, oltre alla eventuale presenza di potenziali tassi usurari, l’esistenza di eventuali passaggi burocratici anomali, che in presenza di qualche dimenticanza documentale possono portare alla nullità del contratto stesso.

Dopo un’attenta analisi delle ricevute di pagamento e dei contratti sottoscritti con la banca o con la finanziaria, le eventuali azioni alle quali si può giungere sono:

  • Annullamento del contratto
  • Rinegoziazione e storno degli interessi indebitamente pagati

L’indagine peritale è altresì volta ad accertare le seguenti violazioni:

  • USURA:

Conformemente alla legge 108/96 ed alle istruzioni di Banca d’Italia, nella perizia viene calcolato il TAEG del contratto per verificare se la banca ha praticato usura. Tutte le condizioni del contratto, purché possibili, vengono analizzate, in particolare si verifica:

  • L’estinzione anticipata del finanziamento
  • La mora pattuita e applicata

In caso di usura non sono dovuti interessi (art. 1815 c.c.).

  • TRASPARENZA

Conformemente al Testo Unico Bancario ed alle disposizioni di Banca d’Italia, nella perizia si verifica se la banca ha rispettato tutte le condizioni imposte dalle normative di trasparenza, in particolare:

  • Corretta indicazione del TAEG (o ISC)
  • Corretta indicazione dei tassi di interesse e di ogni altro prezzo e condizione praticati

In caso di mancato rispetto delle norme di trasparenza, gli interessi devono essere ricalcolati ad un tasso molto più basso, pari al minimo dei BOT (art. 117 TUB).

  • CLAUSOLE VESSATORIE e INDETERMINATE:

Oltre alla verifica del rispetto delle norme di usura e trasparenza, i contratti possono contenere clausole vessatorie, come per esempio il tasso floor, che può comportare un aggravio di costi a carico del cliente.

Inoltre nei contratti di Leasing è possibile riscontrare le seguenti anomalie scaturenti da:

  • Verifica della corretta indicazione del Tasso Interno di Attualizzazione (Tasso Leasing), secondo quanto dettato dalle Norme di Trasparenza Bancaria
  • Verifica delle clausole di indicizzazione che, lungi dall’essere connesse alla variabilità dei tassi nel tempo, sovente comportano costi occulti al cliente, fin dal primo canone
  • Verifica delle clausole di risoluzione: di solito scritte in piccolo nei contratti, possono contenere costi nascosti, che possono anche sconfinare nell’usura

 

Derivati

“Un derivato è uno strumento finanziario il cui valore dipende (ovvero “deriva”) da un’altra variabile, detta “sottostante”. Nella maggior parte dei casi possibili il sottostante di un derivato è costituito dal prezzo di un’attività finanziaria oppure da un tasso di interesse di cambio”.

John C. Hull (Professore Emerito di Derivatives  and Risk Management, Università di Toronto)

(Tipologie più diffuse: Swap – soprattutto Interest Rate Swap e Currency Swap, Options, Futures, Forward rate agreement, ecc…)

Le finalità degli strumenti derivati possono assolvere alternativamente, in base al fabbisogno ed alle finalità del contraente, a svariati compiti: dalla copertura, alla riduzione o all’assicurazione, parziale o totale, contro un rischio (di mercato, di tasso, etc.).

L’utilizzo di questi prodotti finanziari è quindi potenzialmente assai ampio.

Spesso può capitare che un istituto bancario proponga un derivato o un’assicurazione in concomitanza con l’accensione di un finanziamento a tasso variabile a medio termine, apparentemente allo scopo di proteggere la società contro il rialzo dei tassi d’interesse, magari con l’obbligo di sottoscrizione, subordinando a questa il buon fine del rilascio della linea di credito concordata.

SDL Centrostudi verifica con le proprie perizie la giusta corrispondenza tra la struttura del prodotto e la finalità che con esso si voleva perseguire.

 

Piccole anomalie

Le piccole anomalie rappresentano ormai una vera emergenza per i cittadini che si trovano a dover gestire le problematiche legate ai seguenti prodotti:

  • cessione del quinto (stipendio e pensione)
  • prestiti personali
  • prestiti finalizzati

Per esempio, il prestito sotto cessione del quinto dello stipendio può celare, a causa delle ingenti spese pagate una tantum, l’applicazione di un tasso superiore alla norma.

Al momento della cessione del quinto, infatti, l’utilizzatore viene obbligato a stipulare una polizza (rischio morte e licenziamento) al fine di coprire la banca dall’eventualità di mancata restituzione del prestito.

È chiaro che, in caso di anticipata restituzione del mutuo, il cittadino ha diritto alla restituzione dei costi per tali assicurazioni in proporzione al periodo residuo futuro del finanziamento per il quale le polizze, ovviamente, non hanno più ragione d’essere.

Non tutte le commissioni però possono essere recuperate dal cliente che restituisca il finanziamento anzitempo, in maniera proporzionale alla quota residua del finanziamento.

Le commissioni non restituite al cliente, in caso di anticipata estinzione del mutuo, possono far scattare l’usura.

Le finanziarie sono solite contrapporre voci di carico economico aggiuntive rispetto agli interessi corrispettivi, come le commissioni finanziarie. Tuttavia, la legittimità di tali oneri è dubbia perché non si comprende bene quali servizi esse vadano a remunerare.

Inoltre sono numerosi i casi in cui, pur essendo il prestito estinto, la finanziaria continui ad addebitare le rate. Questo accade spesso sia nei pagamenti automatici, come RID, che nelle cessioni del quinto, poiché il datore di lavoro non può autonomamente rifiutarsi di pagare, in quanto responsabile dei versamenti.

SDL Centrostudi è in grado di offrire l’assistenza adeguata per affrontare le problematiche legate alle forme di finanziamento sopra descritte.

Tributario

Qualora un contribuente ritenga illegittimo o comunque lesivo dei propri diritti un atto emesso per la riscossione di imposte, tasse e contributi, egli può resistere alla pretesa erariale mediante l’impugnazione degli atti stessi.

Gli atti impugnabili sono:

EnteImpositore/Esattore Tipologia Atti
Agenzia Entrate INPS Avviso di accertamento – Avviso di rettifica – Avviso di liquidazioneAvviso di addebito Di accertamento
Equitalia Servizi di riscossione SpA – Riscossione Sicilia Spa Cartella di pagamento – Avviso di intimazione – Avviso di presa in carico Esattivi
Equitalia Servizi di riscossione SpA – Riscossione Sicilia Spa Preavviso di Fermo amministrativo – Fermo amministrativo – Comunicazione preventiva di Iscrizione ipotecaria – Iscrizione ipotecaria  Cautelari
Equitalia Servizi di riscossione SpA Pignoramento Esecutivi

 

per i quali SDL Centrostudi verifica la correttezza sostanziale e formale, attraverso l’analisi di eventuali vizi e anomalie in essi riscontrabili, come per esempio:

  • omessa o carente motivazione
  • vizio di sottoscrizione
  • decadenza
  • dirigente illegittimo
  • omessa allegazione avviso bonario
  • omessa indicazione
  • omessa indicazione responsabile del procedimento
  • illecito utilizzo ruolo straordinario
  • anomalie nella rappresentazione e liquidazione di more e compensi di riscossione alla data di accoglimento della istanza di dilatazione
  • vizi di notifica

3. Difesa clienti

Legge 3/2012 “Tagliadebito”

Non tutti gli imprenditori e le società commerciali sono soggetti alle disposizioni sul fallimento.

La L. 3/2012 ha introdotto nel nostro ordinamento una speciale procedura di composizione delle crisi da sovraindebitamento destinata proprio agli imprenditori non assoggettabili alle altre procedure concorsuali e nei confronti dei quali sono esperibili unicamente le azioni esecutive individuali.

Successivamente l’ambito di applicabilità della procedura in esame è stato esteso anche al debitore persona fisica (consumatore) che abbia assunto obbligazioni esclusivamente per scopi estranei all’attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta, nonché all’imprenditore agricolo in stato di sovraindebitamento.

Per sovraindebitamento si intende una situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte che determina la rilevante difficoltà di adempiere le proprie obbligazioni ovvero la definitiva incapacità del debitore di adempierle regolarmente.

Il procedimento si sviluppa sotto il controllo dell’autorità giudiziaria, la quale si limiterà all’omologazione dell’accordo raggiunto tra il debitore e i creditori.

Affidandosi a SDL Centrostudi è possibile trovare una via d’uscita dal sovraindebitamento, attraverso la procedura di esdebitazione prevista per legge.

Avvocato in tasca

A chi non farebbe comodo avere un avvocato cui telefonare, a proprio piacimento, in qualsiasi momento della giornata, un po’ come si fa con il medico di famiglia, e a cui chiedere i giusti consigli onde evitare di incorrere nelle insidie legali?

Poiché la legge non ammette ignoranza, SDL Centrostudi ha messo a punto l’ Avvocato in Tasca, un servizio di qualità, economico, immediato ed efficace, rivolto sia alle aziende che alle famiglie.

Link al sito Avvocato in Tasca  www.avvocatointasca.it 

4. Gestione e sviluppo aziendale

AFC di Tutela e Rilancio Aziendale – DDG

Il mercato del nuovo millennio, ormai giunto ad un livello di forte saturazione, determina per tante aziende una ridotta crescita del volume d’affari.

La necessità di un cambiamento radicale si traduce nell’obbligo per le stesse aziende di generare attività e prodotti più durevoli nel tempo e con un impatto più intenso nelle esigenze di vita dei consumatori.

La nuova sfida, pertanto, consiste nel generare condizioni sistemiche idonee a sintetizzare tre necessità:

  1. la realizzazione di profitti per le aziende
  2. il soddisfacimento delle necessità e delle esigenze dei clienti
  3. il raggiungimento di finalità etiche da parte dell’intera società.

Il tutto, rivolto al fine di ottenere un ineguagliabile vantaggio competitivo.

Gli strumenti messi in campo dal progetto AFC riguardano sostanzialmente due aspetti della vita aziendale:

– la tutela

– il rilancio.

L’approccio operativo volto alla tutela aziendale è basato sulla Due Diligence Giudiziaria, un servizio altamente specialistico che, attraverso l’analisi aziendale, permette di individuare il percorso di salvaguardia da intraprendere.

Il secondo e conseguente approccio mira al rilancio aziendale e si basa su un progetto di sviluppo commerciale favorito dalla messa a punto di un ulteriore servizio nel quale si fondono tre elementi: tecnico, formativo e commerciale.

L’obiettivo del progetto AFC è mettere a disposizione delle aziende modelli di governance sempre più aggiornati e adatti al sistema di impresa attuale, quello cioè di un’azienda aperta, in grado di assorbire informazioni e competenze dal mondo esterno e di farle quindi circolare all’interno del microcosmo aziendale, utilizzando le nuove tecnologie al fine di adottare decisioni sempre migliori.

Cruscotto Aziendale

Vorresti conoscere quanto Ti costa giornalmente la Tua Azienda?

Grazie al “CRUSCOTTO AZIENDALE”, è oggi possibile!

L’innovativo nuovo prodotto di SDL è in grado di fornire, grazie all’utilizzo di un’apposita e semplice piattaforma, un check up e una consulenza aziendale completa mediante il monitoraggio di 10 pilastri (ovvero delle colonne fondamentali della corretta, efficiente e fluida gestione aziendale) che consentono a qualsiasi imprenditore di conoscere in breve tempo il fabbisogno giornaliero necessario per tenere aperta la propria azienda!

Per qualsiasi informazione contattare il numero verde: 800-135806 o l’indirizzo email: cruscottoaziendale@sdlcentrostudi.it

H1 Srl

L’innovazione spesso viene associata alla tecnologia: quasi sempre, peraltro, la tecnologia è il mezzo per realizzare l’innovazione.

Innovare significa alterare l’ordine delle cose stabilite per fare nuove cose, per questo l’innovazione è il risultato di un comportamento che cambia in meglio prodotti, servizi o processi e, quindi, migliora la vita delle persone.

Il cuore dell’innovazione è la vita della persone.

Ma se il cuore dell’innovazione è migliorare la vita delle persone, come si può generare innovazione?

H1 Centrostudi è nata dalla ricerca e dall’individuazione dei bisogni delle persone, dal loro malessere che, spesso, non sono in grado di esprimere.

In particolare, H1 Centrostudi ha analizzato le problematiche generate dall’uso del carburante per autotrazione, individuando i punti critici ben presenti nella mente del consumatore: i costi eccessivi, l’inquinamento, la sicurezza, le limitazioni alla circolazione connesse al blocco del traffico, le tasse per le ZTL in virtù di politiche antinquinamento, la scelta vincolata dell’auto, i limiti di parcheggio.

Partendo da tali presupposti, all’alba del 2016 H1 Srl, sfruttando la Hydrogen Technology, ha progettato il KIT H1.

H1 srl ha identificato il problema, osservando la realtà senza pregiudizi, per capire quali potevano essere le possibilità di miglioramento.

Ha poi ideato la soluzione e lo ha fatto operando in team, secondo la logica del brainstorming, mirando a far proliferare il maggior numero di idee alternative allo stesso problema, puntando all’efficacia della soluzione.

La realizzazione fisica dell’idea relativa al kit H1 è il risultato di 5 anni di lavoro: ciò che è stato immaginato può ora avere una facile applicazione.

Link al sito H1 Srl  www.h1srl.com

5. Finanza

Patente di Bancabilità

Supportiamo le imprese nel reperimento delle fonti finanziarie ordinarie e straordinarie necessarie all’impulso dell’attività imprenditoriale, tenendo conto delle necessità aziendali in relazione al tipo di attività esercitata.

La finanza ordinaria è finalizzata al reperimento di provviste finanziarie per far fronte a fabbisogni di liquidità, crescita del capitale circolante netto a seguito di sviluppo del fatturato e/o variazione delle politiche di gestione clienti-fornitori, sostituzione di macchinari e attrezzature.

La finanza straordinaria, invece, è finalizzata all’ampliamento della struttura produttiva, all’effettuazione di progetti di investimento, all’acquisto di nuove aziende e di beni immobiliari, alla ristrutturazione della posizione debitoria mediante incremento dei debiti a medio – lungo termine rispetto a quelli a breve termine.

La valutazione preliminare di alcuni semplici documenti permette ad un nostro esperto di capire se il progetto o l’azienda presentano una situazione ottimale in sede di operazioni straordinarie o semplice monitoraggio prospettico e competitivo, in modo da presentarsi adeguatamente sul mercato del credito, considerando l’attuale evoluzione del quadro normativo.

Per questo, ci impegniamo a valutare gratuitamente la tua situazione e, solo in presenza di alcuni requisiti, avviamo il percorso di consulenza nel modo più coerente alle tue esigenze.

La nostra struttura assiste le aziende nella gestione dei rapporti con gli istituti di credito e per l’accesso a forme di garanzia dirette, quali quelle offerte dal Fondo di Garanzia istituito dalla legge 662/1996, le cui finalità coprono ad ampio raggio tutte le fattispecie di necessità finanziaria delle imprese garantendo sino all’80% del credito concesso, incrementando sensibilmente la capacità di credito della singola azienda.

Finanza Agevolata

Attraverso un’analisi preliminare della fattibilità, potrai conoscere, gratuitamente, a quali finanziamenti agevolati, contributi a fondo perduto o bonus fiscali puoi accedere.

L’analisi è mirata a fornire una consulenza finanziaria su misura.

Studiando attentamente l’idea o il tuo progetto d’impresa individueremo la soluzione che possa aiutarti a realizzarli al meglio.

Dalla nostra pre-analisi riceverai una panoramica chiara del tuo progetto e delle reali possibilità di ottenere un contributo a fondo perduto, un finanziamento agevolato e un bonus fiscale.

L’analisi delle opportunità è una guida pensata per il tuo business che ti potrà orientare in modo efficace e personalizzato nel mondo della finanza agevolata.

Affidati a noi e riceverai un’analisi dettagliata delle agevolazioni di cui può beneficiare la tua impresa ed ottenere un contributo a fondo perduto, un finanziamento agevolato, un bonus fiscale.

Per effettuare la pre-analisi abbiamo bisogno di poco: ci occorrono alcune informazioni su di te, sulla tua azienda e sul progetto che intendi realizzare o ampliare.

Potremo così analizzare il tuo progetto imprenditoriale, gli investimenti e le necessità della tua impresa, che sia in fase di start up o che sia già consolidata.

Per ricevere la pre-analisi basta compilare il nostro breve questionario.

6. Formazione e professione

ATENEO UNIVERSITARIO

per l’iscrizione con accesso agevolato a corsi universitari di laurea da fruire in modalità on line con l’applicazione della convenzione di Lisbona.

 

 

 

Annunci